S.O.S. OCCHI SPORGENTI

Sara Erzetti
13 febbraio 2015

Avete gli occhi che risultano sporgenti e non sapete come valorizzarli al meglio?

Qui troverete alcuni piccoli consigli.

 

COME VALORIZZARLI:

  • Scurite tutta la palpebra mobile con un ombretto così da fare sembrare l’occhio meno sporgente;
  • Applicate un eyeliner scurissimo;
  • All’interno dell’occhio applicate un kajal nero o molto scuro;
  • Create una sfumatura scura nella parte inferiore dell’occhio fino a collegarla con quella superiore;
  • Indirizzate queste sfumature verso l’esterno per allungare l’occhio;
  • Utilizzate un mascara di un colore nero intenso.


Aspetto i vostri commenti su come vi siete trovate provando ad applicare questi piccoli e semplici consigli.

Un abbraccio

Sara

S.O.S. OCCHI INCAVATI

Sara Erzetti
13 febbraio 2015

In questo post vi parlerò degli occhi incavati e di come valorizzarli; sono quegli occhi che risultano “In ombra” a causa dell’osso sopra l’orbita sporgente e quindi risultano nascosti e con questi consigli spero di aiutarvi a farli notare.

 

COME VALORIZZARLI:

  • Applicate su tutta la palpebra mobile un ombretto chiaro;
  • Sfumate la sporgenza superiore dell’occhio con un ombretto mediamente scuro che farà sembrare la palpebra meno pesante;
  • Evitate di applicare ombretti perlati sotto l’arcata sopraccigliare;
  • Fate partire l’eyeliner da due terzi dell’occhio o dalla metà verso l’esterno e sfumatelo;
  • Sfumate l’ombretto o la matita applicata nella parte inferiore dell’occhio per allungarlo ma evitate di raggiungere la sfumatura superiore;
  • All’interno dell’occhio usate una matita chiara o bianca;
  • Piegate le ciglia all’insù e usate un mascara allungante;
  • Di grande aiuto saranno le ciglia finte a ciuffetti applicate lateralmente.

 

Se farete uso dei miei consigli scrivetemi nei commenti se vi sono stati utili,

Un abbraccio

Sara

S.O.S. OCCHI ALL’INGIU’

Sara Erzetti
13 febbraio 2015

Tra le diverse tipologie di occhi troviamo anche gli occhi all’ingiù e possiamo riconoscerli se la parte finale dell’occhio è inclinata verso il basso

 

COME VALORIZZARLI:

  • Schiarite la palpebra mobile;
  • Da poco meno della metà create una sfumatura che andrà verso l’alto;
  • La riga d’eyeliner deve finire pochi millimetri prima della fine dell’occhio ed essere sfumata, anch’essa, verso l’alto;
  • Nella rima ciliare inferiore create una linea e sfumatela facendola salire fino a collegarla con quella superiore;
  • Usate il piegaciglia;
  • E’ consigliabile applicare qualche mazzetto di ciglia finte nella parte finale dell’occhio così da allungarlo e farlo apparire più sollevato

 

Se provate o conoscete già questi trucchetti aspetto i vostri commenti,

Un abbraccio

Sara

COME CORREGGERE I PICCOLI DIFETTI

Sara Erzetti
13 febbraio 2015

Ciao ragazze,

in questo post vorrei dirvi alcuni piccoli trucchetti per camuffare quei piccoli difetti che tutte possiamo avere utilizzando il make up.

Si tratta di piccole e semplici cose a portata di tutti e consistono in effetti ottici che nascondono questi “problemini”.

Spero possano esservi d’aiuto.

DOPPIO MENTO: scurire la zona sotto al mento;

MENTO SPORGENTE: scurire la punta del mento;

NASO LARGO: scurire la zona laterale delle narici nella parte inferiore;

NASO LUNGO: scurire la punta del naso;

Continue reading COME CORREGGERE I PICCOLI DIFETTI

LA PELLE GRASSA

Sara Erzetti
13 febbraio 2015

Spesso sentiamo parlare di prodotti comedogeni, prodotti che lucinano la pelle, ostruiscono i pori impedendo alla pelle di respirare e magari qualcuno si chiede di cosa si stia parlando; la risposa è “La pelle grassa”.

CARATTERISTICHE

Si vede uno spessore maggiore della cute, notiamo che soprattutto nella zona “T” (fronte, naso, mento) si lucida spesso, ha un aspetto quasi unto, i pori sono dilatati e c’è la presenza di imperfezioni quali punti neri (comedoni) e brufoletti più o meno grandi.

Questi fattori sono causati da un’eccessiva produzione di sebo ossia di grasso dovuta alla troppa secrezioni delle ghiandole sebacee che lo producono e spesso cià è collegato a fattori ormonali dovuti all’età.

La pelle non riesce a respirare e quindi iniziano ad ostruirsi i pori e si formano le imperfezioni, i comedoni o detti anche punti neri sono chiamati così perchè la materia di grasso e batteri presente all’interno del poro che forma una sottospecia di “tappo” non riesce a fuoriuscire e a contatto con l’ossigeno si ossida e assume quel colore nerastro. Continue reading LA PELLE GRASSA