EGIZI… ANCHE NEFERTITI SI FACEVA BELLA ^_^

Sara Erzetti
13 febbraio 2015

La storia del trucco iniziò ai tempi degli Antichi Egizi…

Il loro trucco veniva esaltato da un ricco corredo di gioielli, aveva uso rituale, decorativo ma anche di corteggiamento e seduzione, uomini e donne indossavano orecchini ma soprattutto bracciali.

I loro trucchi erano caratterizzati soprattutto da una linea, più o meno spessa ai bordi delle palpebre e lungo l’estensione dell’occhio così da intensificare ed allungare lo sguardo,

I colori erano soprattutto il nero ed il verde; le donne, in particolare, rasavano le sopracciglia e le coloravano di nero, le palpebre venivano ombreggiate con cosmetici verdi o azzurri mentre le guance e le labbra venivano tinte di rosso con l’utilizzo dell’ocra rossa, che si trova facilmente nel deserto, mescolata a grasso animale o vegetale.

Questi trucchi venivano prodotti dagli antichi sacerdoti, ridotti in polvere utilizzando acqua, grasso o resine per poterli spalmare sopra agli occhi con dei bastoncini e grazie ai coloranti usati avevano anche un effetto curativo e di protezione dal sole.

Inizialmente utilizzarono la malachite (ossido di rame di colore verde chiaro) che sostituirono con il Kohl, o più comunemente chiamato Kajal, un collirio a base di galena (minerale di piombo color nero) conservata in vasetti con bocca stretta e corpo massiccio.

Possiamo dire che questa civiltà così amante della bellezza ha dato il via ad una delle cose più usate al giorno d’oggi, il make up.


Sara

Lasciami un commento per dirmi cosa ne pensi :)